,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena. PUC, le perplessità del sindaco

(Claudio Ronchi) – La proposta di piano, presentata lo scorso 7 marzo nel salone consiliare, alla presenza di un folto pubblico, dagli architetti Falchi e Diana, non è piaciuta alla maggioranza del sindaco Roberto Ragnedda. L’incarico e le linee guida agli studi Criteria di Cagliari e Drh di Mestre era stato affidato nel 2016 dal sindaco predecessore, Alberto Ragnedda.

Da una parte prevede, tra l’altro, la non possibilità di nuove lottizzazioni nelle zone C di espansione e dall’altra la possibilità di realizzazione fino a 140 mila metri cubi, per le strutture ricettive delle zone F della Costa Smeralda.

“Sono particolarmente orgoglioso per quest’iniziativa”, ha detto in apertura di assemblea il sindaco attuale, Roberto Ragnedda: “È da decenni che si parla di PUC da parte di diverse giunte comunali e giunte regionali. Parlare qui di programmazione del territorio, a tutto tondo, significa che le scelte si fanno qui e non altrove”.

Poi ha espresso “perplessità” riguardo ad alcune aree territoriali esaminati dalla proposta di PUC. Ci sono molte aspettative ad Arzachena, ha detto ma non si può puntare solo sul metro cubo. Noi pensiamo ad uno sviluppo a 360 gradi.

Giudizi più severi sono stati espressi dalla delegata alla programmazione del territorio, Claudia Giagoni, e dal presidente del consiglio comunale, Rino Cudoni.

Pubblicato da il 8 marzo 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.