,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Caprera. Perché non firmare una convenzione con i Carabinieri Forestali?

Salvo proroghe, il prossimo 30 novembre la stazione provvisoria dei Carabinieri Forestali di Caprera, con caserma a Stagnali, chiuderà i battenti. Era stata aperta nel mese di luglio. Dopo lo scioglimento del Corpo Forestale dello Stato (Decreto Legislativo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 12 settembre 2016), storicamente presente nell’isola di Garibaldi, che prese particolare importanza quando negli anni ’70, a Caprera, fu istituita la Riserva Naturale Orientata, con una stazione che arrivò ad avere anche 15 forestali, i componenti in servizio della stazione di Stagnali a seconda della specializzazione erano stati assorbiti dalla Guardia di Finanza (e alcuni prestano servizio presso la caserma Barletta di Cala Gavetta) e chi nei Carabinieri ma destinati altrove, quest’estate i Carabinieri Forestali hanno aperto la stazione con due agenti, presenti però provvisoriamente fino alla fine del mese in corso. Si prospetta tuttavia la possibilità di un consolidamento non solo in termini continuativi ma anche numerici della presenza dei Carabinieri Forestali. È stato infatti recentemente firmato alla presenza del ministro dell’Ambiente Galletti, un protocollo d’intesa tra l’Arma dei Carabinieri e la Federparchi. Gli enti parco e quindi nel nostro caso il Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena, nell’ambito di una politica di sicurezza e di prevenzione soprattutto per quanto riguarda l’attività di contrasto ai piromani, possono ora infatti stipulare convenzioni con l’Arma dei Carabinieri che, attraverso i Carabinieri Forestali possono esercitare funzioni di monitoraggio, sorveglianza e prevenzione nelle aree protette statali. Una possibilità questa che, vista la scadenza del mandato di commissario di Leonardo Deri (7 dicembre) potrà percorrere il nuovo presidente del Parco che dovrebbe essere nominato nelle prossime settimane. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 20 novembre 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.