,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Dal Rotary il Premio Garibaldi al pretore Giacomo Pala

Il presidente del Rotary Lucio Ibba consegna il premio Garibaldi al pretore Giacomo Pala

Il presidente del Rotary Lucio Ibba consegna il premio Garibaldi al pretore Giacomo Pala

Il Rotary Club La Maddalena-Costa Smeralda conferisce il Premio Giuseppe Garibaldi 2009 al dottor Giacomo Pala con la seguente motivazione: “Magistrato dotato di una straordinaria carica d’umanità, autentica espressione dell’identità della gente di Gallura, ha amministrato la giustizia nell’Arcipelago per trent’anni, distinguendosi per la totale dedizione, l’elevata professionalità e la limpidezza intellettuale. Contemperate con la saggezza, la moderazione ed umana comprensione. Egli ha contribuito a promuovere la cultura della legalità, dando un insostituibile apporto al processo di costruzione di una società giusta nella quale la persona è considerata il fine e non il mezzo dell’agire comune”. Il 6 giugno scorso, a La Maddalena, nella Biblioteca del Circolo Ufficiali il presidente del il Rotary Club La Maddalena-Costa Smeralda, di fronte ad un pubblico numeroso giunto da diverse parti della Gallura, ha consegnato all’ex pretore Pala l’importante e prestigioso riconoscimento. “Amici!, io ho steso due righe che spero di poter leggere”, ha affermato immediatamente dopo il magistrato il quale con l’umorismo che lo ha sempre contraddistinto ha proseguito: “Prima temevo per l’emozione! Ma adesso più che commosso io sono stordito, perché con  tutto quello che è stato detto, su di me, se lo sanno a Roma mi propongono per la beatificazione!”. E si riferiva non solo alle parole espresse in precedenza dal presidente Ibba ma anche da quelle dell’avvocato Gerolamo Orecchioni, dell’ex sindaco di La Maddalena Giuseppe Deligia, del sindaco di Arzachena Piero Filigheddu e del comandante del Presidio Militare Gianluca Buccilli. “Il premio che oggi ho l’onore di ricevere – ha proseguito Pala – ha per me grande valore, tenuto conto della valenza culturale, sociale e filantropica che la vostra associazione ha a livello sia nazionale che internazionale. Però la motivazione che lo accompagna rende questo valore ancora più alto. Essa infatti ha un tale spessore, soprattutto morale, da crearmi un comprensibile imbarazzo. Pur non sapendo quanto sia meritato, io mi tengo stretto stretto questo prezioso riconoscimento, considerandolo simbolo tangibile dell’affetto della popolazione maddalenini e non solo. Mi permetto di presumere tanto perché, da quanto mi è stato autorevolmente riferito e da quanto ho recepito direttamente,  il Premio è nato sì in quest’Isola, alla quale mio sento strettamente legato da rapporti durati una vita, ma sostanzialmente il Premio ha le sua radici nella nostra Gallura”. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 8 luglio 2009. Archiviato in Cultura. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.