,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Donna cinese denunciata e multata, con sequestro di merce. Controlli sul lavoro nero

finanza-33Olbia. I finanzieri del Nucleo Mobile della Compagnia olbiese hanno individuato nel centro della città un negozio gestito da cinesi che vendeva al pubblico diverso materiale recante loghi ed immagini contraffatte di importanti griffes: Walt Disney, Hello Kitty, Looney Tunes, Barbie. Il materiale contraffatto era di vario genere e natura, destinato soprattutto a bambini e giovani: cinture, orologi, borsellini, penne, magliette, cuscini, ciabatte per bambini, canottiere, pantaloncini, cucce per cani e gatti. È stato anche scoperto che il materiale messo in vendita, tra cui anche apparati medicali (misuratori di pressione), non era conforme alle normative di sicurezza. La titolare del negozio, una donna cinese di 65 anni, è stata denunciata alla Procura della Repubblica di Tempio per violazione delle disposizioni anticontraffazione del codice penale che tutelano i marchi commerciali. E’ scattato anche il sequestro amministrativo dei materiali non conformi alle norme di sicurezza, con segnalazione al Ministero della Salute ed alla Regione Sardegna; in questo caso sanzioni amministrative per oltre 30mila euro.

Controlli sul lavoro nero

Sono stati 38 i lavoratori in nero trovati nel primi sei messi dell’anno dalla Guardia di Finanza del Nord Sardegna nel corso di 113 controlli effettuati nei cantieri, nelle strutture ricettive e negli esercizi commerciali. Le operazioni sono state condotte nelle Province di Olbia-Tempio e di Sassari con l’ ausilio della Direzione Provinciale del Lavoro, dell’Inps della Spresal. Più dettagliatamente sono stati controllati 60 cantieri, 9 strutture ricettive, 48 esercizi commerciali. Un cantiere edile è stato sequestrato.  Dei 38 lavoratori irregolari 2 erano rumeni, gli altri 36 italiani.

Pubblicato da il 17 luglio 2009. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.