,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

I 250 anni della Parrocchia di S.Maria Maddalena (La Maddalena) 17

1768 (250 anni fa): L’estate del parroco Mannu

(di Claudio Ronchi) – Chissà se il parroco Virgilio Mannu, tempiese, nell’estate del 1768 (di 250 anni fa), approfittando della sua presenza a La Magdalena e considerato il gran caldo che dovette anche allora fare, pensò bene di farsi qualche bagno a mare per trarne refrigerio …

Pensando ai nostri attuali preti, quantomeno a quelli più giovani e a quelli che dal resto della Sardegna, dal Continente e dal resto del mondo giungono d’estate qui (e vi ritornano) ci sarebbe da ritenere di sì. In effetti all’epoca ciò non era usuale, tantomeno per un prete, per cui l’unico refrigerio per il nostro grondante sacerdote sarà stato solo da secchi d’acqua issati a braccia da uno dei pozzi scavati vicino al suo alloggio, che era nei pressi dell’attuale chiesetta della Trinita, allora in costruzione (i lavori erano iniziati a giugno).

Il nostro parroco era giunto alla fine dell’anno precedente alla Maddalena inviato dal vescovo. Era un canonico della collegiata di Tempio, quindi una figura importante, e da lì ne chiedevano il ritorno. E dopo tanti mesi trascorsi nei disagi, in un’isoletta da frontiera, dove tutto era da costruire (anche la Chiesa come abbiamo visto) anche il buon Virgilio Mannu doveva sentire un po’ di nostalgia non solo per i suoi affetti ma anche per gli agi che il suo rango gli assicurava, e per potersi di nuovo confrontare e per poter dialogare con persone, preti e laici, che non fossero solo pastori corsi e militari e marinai più o meno ignoranti. Da oltre un secolo a Tempio aveva sede un collegio dei padri Scolopi dove si insegnavano latino, filosofia, musica e teologia e dalla fine del ‘600 era stato aperto un monastero di suore cappuccine. Le famiglie nobiliari che vivevano nel centro della cittadina avevano costruito i bei palazzi giunti fino a noi e alcune strade erano già lastricate. Mentre a La Magdalena e La Caprera si contavano poco più di 200 abitanti, ad Olbia-Terranova ne aveva circa 400, a Tempio se ne contavano oltre 4.000.

Il canonico Virgilio Mannu, celebrata per la prima volta la festa patronale di Santa Maria Maddalena e la festa dell’Assunta (il 15 agosto), sul finire dell’estate, anche in concomitanza con la vendemmia, lasciò per qualche tempo l’arcipelago e i suoi abitanti per trascorrere un breve periodo a Tempio. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 17 settembre 2018. Archiviato in Storia. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.