,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Influenza: Mani lavate e mano sulla bocca quando starnutiamo

(di Claudio Ronchi) –    Ricordo che quando ero bambino (alcuni decenni fa) e mi beccavo l’influenza c’era il pediatra, dottor Franco Demontis, che veniva di persona a visitarmi, come faceva del resto con tutti gli altri bambini sui pazienti. Quando arrivava, mia madre lo faceva come un andare in bagno dove si lavava le mani e si asciugava con più bell’asciugamano di casa ovviamente pulito e stirato. Una volta visitatomi Dottor Franco Demontis ritornava in bagno, si rilevava le mani e scriveva la ricetta. Altri tempi…

Mi è venuto in mente questo particolare leggendo comunicato
della Aou di Sassari che tra le altre raccomandazioni per fronteggiare la
prossima ondata di influenza ricorda quanto sia basilare lavarsi le mani. Cosa
ormai purtroppo da molti dimenticata… Il professore Paolo Castiglia, della
struttura di Direzione Igiene e controllo delle infezioni ospedaliere dell’Aou
di Sassari ricorda infatti che per cercare di evitare l’influenza si devono
seguire “con cura, quelle semplici regole che aiutano a prevenire l’influenza».
A esempio, lavarsi le mani spesso con acqua e sapone e utilizzare gel
antisettici; evitare luoghi affollati; attenzione al contatto delle mani con
naso bocca e occhi che sono facili vie di accesso per il virus; inoltre è
raccomandato per chi ha sintomi da raffreddamento, per evitare di contagiare
altri, di utilizzare fazzoletti di carta monouso quindi gettarli nel cestino
evitando di lasciarli per casa. E ancora, coprire naso e bocca quando si
tossisce o si starnutisce; aiutare le difese del proprio organismo con una
alimentazione corretta e bilanciata, ricca di frutta e verdura di stagione.

Pubblicato da il 14 Gennaio 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.