,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Insufficiente per i sindacati l’incontro di Roma

manifestazine-sindacale“Cgil, Cisl e Uil Sardegna ritengono insufficiente l’esito dell’incontro di ieri a Palazzo Chigi, tra Regione e Governo. Pertanto si rende indispensabile una nuova convocazione nella sede della Presidenza del Consiglio, questa volta a tavolo pieno, di una riunione che affronti i problemi dell’emergenza e della prospettiva espressi nel dibattito e nella mozione unitaria approvata il 16 luglio 2009 dal Consiglio regionale”. Secondo i sindacati “non c’è alternativa alla mobilitazione e alla lotta unitaria dei lavoratori e dei pensionati sardi, che devono continuare sino a quando sindacati e istituzioni non otterranno l’apertura di un confronto a palazzo Chigi sia sull’attuazione dell’accordo di programma per la chimica, previo ritiro del provvedimento di chiusura del petrolchimico di Portotorres, sia sull’accordo di programma quadro per rilanciare agroalimentare, tessile, nautica, aerospaziale e minero-metallurgico”. Per quel che riguarda Porto Torres “non è sufficiente la sola revoca del provvedimento, ma è indispensabile che accanto a questo e contestualmente Eni e governo nazionale diano garanzie di investimenti utili a rafforzare il sito e la chimica sarda”. Cgil, Cisl e Uil Sardegna inoltre, considerano “un’inaccettabile provocazione le notizie che filtrano da Roma circa uno scambio tra chiusura del sito di Porto Torres e costruzione di una nuova centrale a carbone”. Per questi motivi  sindacati chiedono “un’ immediata riunione Regione-sindacato per una comune valutazione”.

 

Pubblicato da il 18 luglio 2009. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.