,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. A Guardia Vecchia la Giornata FAI d’Autunno

(Redazione) – La Maddalena, col semaforo di Guardia Vecchia, è una delle 3 località (le altre sono Palau e Santa Teresa) nelle quali si celebreranno Giornate FAI d’Autunno (700 in Italia- 6 in Sardegna), “luoghi del nostro Paese inaccessibili o poco valorizzati da scoprire attraverso occhi nuovi e prospettive insolite”.

Il semaforo di Guardia Vecchia – passato circa vent’anni fa dalla competenza della Marina Militare a quello delle Guardia Costiera – accoglie oggi un moderno strumento di gestione del traffico marittimo, il VTS, che guida e controlla le navi in transito nelle Bocche di Bonifacio. Le visite, possibili nella sola giornata di sabato 12 ottobre, saranno a cura degli studenti dell’Istituto d’Istruzione Superiore “G. Garibaldi” di La Maddalena, coordinati dalla Delegazione FAI di Sassari, e saranno su prenotazione online e si svolgeranno in quattro turni: ore 10:00, ore 12:00, ore 15:00 e ore 16:00. Saranno consentiti un numero di 10 visitatori per volta per un massimo di 160 persone nell’arco dell’intera giornata. Le prenotazioni saranno obbligatoriamente online dal sito https://www.faiprenotazioni.it/ al link seguente: https://bit.ly/2ncVmV7.

Per i prenotati sono previste facilitazioni per il traghetto con la compagnia Delcomar e per il trasporto interno dal Porto di La Maddalena al Semaforo di Guardia Vecchia con la compagnia Turmo Travel.

La torretta del semaforo è stata costruita alla fine dell’Ottocento su un vecchio forte ottagonale il cui perimetro è ancora visibile e in buono stato di conservazione.  Il forte, voluto dall’ammiraglio G. A. Desgeneys nel 1808, era munito di cannoni su tutti i lati perché doveva difendere l’isola e i suoi abitanti dall’invasione della Francia napoleonica. Ebbe anche il ruolo di base per la comunicazione con i velieri che entravano nella a rada interna, attraverso un grande “albero dei segnali”. Acquisì in seguito la funzione di stazione meteorologica.

Pubblicato da il 12 ottobre 2019. Archiviato in Attualità,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.