,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Affiliazione IlvaMaddalena Torino; Un impegno del vicepresidente Enzo Del Giudice

(di Claudio Ronchi)  – “Se, quando giocavo nelle fila delle giovanili, avessi avuto un tecnico come quelli che ora il Torino ci metterà a disposizione, sarei stato molto contento”. Le parole sono di Enzo Del Giudice, vicepresidente dell’IlvaMaddalena. L’amministratore delegato della compagnia di navigazione Delcomar, nel corso della presentazione (aperta dal saluto del presidente del consiglio comunale, Roberto Ugazzi), nel salone consiliare, dell’affiliazione tra la società maddalenina e il Torino Calcio, ha aggiunto un altro motivo che lo hanno indotto ad impegnarsi in prima persona: la convinzione che la società e il paese “meritino un settore giovanile con presenze altamente qualificate”.

La sottoscrizione dell’accordo tra la gloriosa squadra del Torino e la più antica società di calcio sarda (fondata nel 1903) è stato siglato dal direttore del settore giovanile, Teodoro Coppola, ex calciatore ed allenatore professionista, e dal presidente isolano Bruni Useli. “L’IlvaMaddalena è un bene identitario della nostra città” ha ricordato Useli, “speriamo, con questa iniziativa, di migliorare il tutto con un’elevazione della qualità. Questo è un progetto che ha un costo, del quale si è fatto carico, personalmente, il vicepresidente Enzo Del Giudice, la sua famiglia e la società Delcomar”.

Ma in che cosa consiste il progetto? Teodoro Coppola ha spiegato innanzitutto che La Maddalena rappresenta il terzo accordo in Sardegna dopo quello di Nuoro e di Porto Torres. Al centro del lavoro ci sono i ragazzi. “L’intento è quello di farli crescere all’interno di un progetto tecnico, etico, formativo ed educativo”. Oltre alla società, ha proseguito, sono fondamentali le famiglie dei ragazzi con i quali è bene lavorare in sinergia. Sono previsti cinque incontri ogni due o tre mesi, per due o tre giorni. “Non sono qui però a creare aspettative e illusioni per nessuno. È importante che i ragazzi rimanga il ricordo di una scuola di calcio lasciato qualcosa”. In pratica, ha voluto sottolineare Coppola, i talenti, se ci sono, si svilupperanno. Il primo open day parte oggi 13 settembre al campo comunale Pietro Secci.

Pubblicato da il 13 settembre 2018. Archiviato in Attualità,News,Sport. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.