,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Bittu (e la Regione) sollecitano il Comune alla variante al Puc per l’ex Club Med

(di Claudio Ronchi) – Mentre il sindaco Luca Montella era a Cagliari, il 15 maggio scorso, presso l’Assessorato Regionale agli Enti Locali, ad una riunione indetta per “individuare soluzioni per la definizione più celere delle molteplici questioni connesse alla valorizzazione dei beni regionali ricadenti nell’arcipelago di La Maddalena, tra cui, Club Med, variante urbanistica e verifica cubature assentibili; Punta Rossa: risoluzioni questioni urbanistiche propedeutiche alla valorizzazione; ex Arsenale: bonifiche e valorizzazione; Ex Ospedale Militare: assetto urbanistico e valorizzazione; Ex Caserma Faravelli: definitivo trasferimento”, Mauro Bittu, del gruppo consiliare di minoranza La Maddalena Prima di Tutto-PD, è ritornato a parlare, con un comunicato, come aveva fatto già qualche settimana fa, della questione Club Med.

“È paradossale”, ha scritto, “che la Regione abbia già ultimato le pratiche per poter mandare a bando l’area dell’ex Club Méd ma non può proseguire l’iter a causa dell’inadempienza da parte del Comune. Ancor più sconcertante è che la stessa Regione, che sembra la più interessata a La Maddalena, sia costretta a scrivere al nostro comune sollecitando l’adozione della variante urbanistica la quale risulta essere – così scrivono – propedeutica e determinante per la pubblicazione del bando.  Variante che era prevista nella precedente adozione dell’adeguamento del Puc al PPR, che l’amministrazione ha fatto scadere questo gennaio”.

Bittu chiede pertanto all’assessora all’urbanistica Annalisa Gulino e all’amministrazione comunale “di convocare celermente idonea commissione urbanistica per presentare la variante allo strumento urbanistico da portare in consiglio comunale, indispensabile per mandare a bando un sito strategicamente importantissimo per lo sviluppo del nostro territorio. Non possiamo ancora attendere oltre, è tutto pronto, manca solo il comune”.

L’esponente del PD locale conclude affermando che “mentre da fuori tantissimi investitori, da ultimo l’interesse da parte di una società cinese, guardano di buon occhio l’Isola, noi tendiamo a farli scappare non solo con la burocrazia ma soprattutto con la lentezza nel prendere decisioni tipica di questa amministrazione”.

Pubblicato da il 16 maggio 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.