,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Cataldi: Ritardi per la biglietteria? La responsabilità è degli uffici

Gianluca Cataldi

Se piove, piove anche nella biglietteria della Delcomar, con grave disagio per chi ci lavora e con rischio per la strumentazione. Da qualche giorno (rispetto al 7 febbraio, quando la compagnia di navigazione annunciò la chiusura della stessa e la necessità che i passeggeri facessero i biglietti a Palau), la biglietteria ha riaperto. Il problema rimane dunque, mentre l’utenza attende che venga realizzata una biglietteria al chiuso e adeguata.

Su questo tema ci sono state in passato diverse richieste da parte della Delcomar per l’assegnazione anche della ex biglietteria Saremar in modo tale da offrire un servizio migliore. E su questi temi c’è stata, nei giorni scorsi, una lettera di richiesta al Comune da parte della Regione Sardegna, assessorato ai Trasporti, e da parte della CGIL Gallura.  “Non entro nel merito delle comunicazioni della Cgil… Abbiamo qualche marittimo a spasso … e non ho sentito la stessa voce su quei marittimi!”, ha commentato l’assessore ai Trasporti Gianluca Cataldi. “Quello che non tollero è ciò che mi scrive la Regione – che è in ritardo su tutto – e mi dice che io sono in ritardo sull’assegnazione di quel locale. A quella lettera si risponderà in maniera formale. La Regione ci dice che ci dobbiamo sbrigare nel concedere alla compagnia la struttura. Ma tengo a precisare che è una scelta del Comune di dare in concessione quella struttura e alla Regione noi paghiamo un canone”.

All’interno di quella biglietteria, ha proseguito l’assessore, “l’Amministrazione vorrebbe che ci fosse una sala d’attesa, con possibilità di bigliettazione sia interna che esterna e un bagno per disabili. Questo è all’interno di un accordo fatto con il procuratore Gianfranco Atzeni, al quale abbiamo detto che Delcomar ristruttura il locale a proprie spese, ma in realtà si tratta di un’anticipazione, perché il Comune lo scomputa dal canone che la compagnia gli paga. Queste sono le linee guida …”.

A questo punto dell’intervista all’assessore Cataldi c’è l’atto d’accusa nei confronti dell’apparato burocratico comunale. “Ho trasferito agli uffici competenti l’accordo con la Delcomar, perché deve essere formalizzato dentro il quadro normativo, al fine poi di procedere a tutte le attività necessarie per la concessione e la ristrutturazione. I nostri uffici, mi dispiace dirlo, ci hanno portati in questa condizione! È stato perso troppo tempo! Io ritengo che ci siano importanti responsabilità degli uffici all’interno di questa partita e di questo ritardo. L’arrivo del nuovo dirigente recentemente assunto, l’architetto Marco Dessole, ha consentito il trasferimento di tutta la partita del patrimonio in capo al nuovo dirigente, che oggi ha come priorità quella di risolvere la questione della biglietteria”.

La richiesta dell’assessore Cataldi, ha rincarato il capogruppo di maggioranza e delegato alle Manutenzioni Alberto Mureddu, “risale a circa un anno fa, è passato un anno senza avere una sola risposta da parte dell’Ufficio Patrimonio, un anno di assenza totale!”.

Cataldi ha poi informato che “prima della pioggia del 7 febbraio l’Amministrazione aveva fatto un provvedimento di impegno di spesa e di indizione di gara per la nuova impermeabilizzazione della struttura”. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 10 febbraio 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.