,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. CGIL sul Paolo Merlo: “condizione lavorativa inenarrabile”, tra “compiti non specifici e spirito di abnegazione che fino ad oggi ha permesso a questo Ospedale di vivere”

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

(di Claudio Ronchi) – “Ripartire dalle realtà territoriali e dai lavoratori per rimettere al centro dell’iniziativa politica la sanità e la vicinanza alla salute”. Con questo intento Funzione Pubblica Cgil nell’ambito della Vertenza Sanità, ha iniziato gli incontri sindacali a La Maddalena.

L’assemblea dello scorso fine settimana, è scritto in un comunicato firmato dalla segretaria Territoriale Fp, Jessica Cardia, e dalla segretaria generale Fp, Luisella Maccioni, “ha riproposto con forza la gravissima carenza di personale, carenze amplificate dalla quota 100 e dalla anzianità del personale che si intersecano con la difficoltà della Ats di attivare le procedure di copertura degli organici. Inoltre è stata effettuata una disamina della struttura ospedaliera evidenziando le gravi disfunzioni che da tempo hanno incancrenito il funzionamento del Presidio di La Maddalena. Nello specifico”, è scritto sempre nel comunicato, “sono state denunciate disfunzioni funzionali che se non risolte mettono in pericolo la salute del cittadino. Partendo dal Pronto Soccorso (struttura cardine nella sanità isolana) ridotto oggi ad ‘agenzia viaggi’, carente di organico e di mezzi, per seguire il reparto medicina: carente di personale, in particolare di Medici (cardiologi, pediatri O.SS. mancanza di anestesisti e di tecnici di Radiologia)”.

I lavoratori, afferma la CGIL, sono “stanchi di essere sempre ‘tra l’incudine e il martello’, tra notizie di chiusura finora mai attuate, e la dura realtà che è quella di una condizione lavorativa inenarrabile, che si dipana tra compiti non specifici e spirito di abnegazione che fino ad oggi ha permesso a questo Ospedale di vivere”.

Pubblicato da il 1 dicembre 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.