,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Contributo di sbarco, le critiche de Il Veneto che Cambia

La Maddalena. Contributo di sbarco, le critiche de Il Veneto che Cambia

“L’incasso del contributo di sbarco dovrebbe essere indirizzato prioritariamente, ovvero in larga massima, a migliorare l’offerta e la qualità del territorio comunale, incluse le isole dell’arcipelago, per le quali per esempio nessuna voce di investimento è prevista”. A sostenerlo sono i consiglieri comunali di minoranza (Il Vento che Cambia) Gaetano Pedroni, Arianna Carola, Roberto Sirena e Roberto Zanchetta. “Riscontriamo invece una previsione straordinaria, secondo noi esagerata, sulle spese di manifestazioni turistiche, feste e festicciole, pari a circa 400.000 euro per anno che dovranno spendersi nelle annualità 2017, 2018, 2019”.

Sul verde pubblico “tra manutenzione e piantumazioni natalizie si prevedono circa 450.000 euro che troviamo esagerate. Per noi sarebbe prioritario, invece, investire e potenziare gli investimenti su manutenzione stradale viaria, illuminazione pubblica, decoro urbano, pulizia ambientale del territorio con massiccia attività di bonifica due volte l’anno in previsione delle stagioni estive. Spendere sul verde pubblico così tanti soldi e avere le cunette delle strade e i retro spiaggia pieni di spazzatura non è una buona e condivisibile scelta”.

Inoltre “non c’è traccia di investimenti a vantaggio della ricettività nautica e del comparto portuale di Cala Gavetta.

Troviamo singolare, concludono i quattro consiglieri, “che per l’argomento toponomastica, destinatario di ben 40.000 euro, per il quale sono stati versati ed evidentemente sprecati migliaia di euro nel recente passato, nonostante più di una volta si sia sollecitato il Consiglio Comunale per la realizzazione di numeri civici e targhe viarie ed ottenendo rassicurazioni in merito, ad oggi la scheda oggetto di variazione recita “per l’affidamento di uno studio sulla toponomastica”.  Ciò vuol dire che si è perso tempo e denaro”.

Pubblicato da il 21 ottobre 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.