,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Don Paolo Piras cappellano in pensione

(di Claudio Ronchi) – Don Paolo Piras, cappellano dell’ospedale Paolo Merlo, è stato collocato a riposo a partire dall’inizio dell’anno, per raggiungi limiti di età, anche se continua ad assistere spiritualmente i malati dell’ospedale isolano, il personale e i medici. Nel frattempo il vescovo Sanguinetti lo ha nominato vicario parrocchiale di Santa Maria Maddalena, dove per altro ha sempre assicurato la sua collaborazione.

Una vocazione adulta quella di Paolo Piras. Nato nel 1945, a diciott’anni aveva conseguito il diploma magistrale. Bersagliere a Caserta, dopo il servizio militare aveva insegnato per qualche tempo alle Scuole Elementari e lavorato successivamente nei Cantieri di Rimboschimento e all’E.C.A. (Ente Comunale Assistenza). Nel 1972 aveva partecipato a un concorso pubblico che lo ha portato per tanti anni a svolgere il lavoro di impiegato presso l’Ufficio Anagrafe del Comune. Cresciuto nell’Azione Cattolica successivamente era passato ad aderire a Comunione e Liberazione di don Giussani, il quale per un paio d’estati passò qualche giorno di vacanza a La Maddalena. Poi, negli anni ‘80 si fece più forte dirompente la chiamata al sacerdozio e nel 1985 Paolo Piras decise di fare il grande passo. Lasciò il lavoro ed entrò in Seminario, prima a Tempio e poi in quello maggiore di Cuglieri.

Ad ordinarlo sacerdote fu, nel 1992, monsignor Pietro Meloni. Dopo qualche tempo trascorso a Luogosanto, per molti anni è stato cappellano dell’ospedale Paolo Dettori di Tempio. Poi, per questioni di salute don Paolo Piras è stato trasferito da mons. Paolo Atzei a La Maddalena, dove era vacante il posto di cappellano del Paolo Merlo. Da allora don Paolo ha integrato la propria missione di cappellano nel nosocomio cittadino a quella – di fatto – di viceparroco Santa Maria Maddalena, non tralasciando peraltro di collaborare con la parrocchia di Moneta nei giorni di assenza o impedimento del parroco, con quella della Marina Militare, e col parroco di Palau, che sostituisce anche in questo caso quando è assente o impedito.

Pubblicato da il 15 aprile 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.