,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. File interminabili per le vaccinazioni e i certificati

 

Il Polo Sanitario di Padule

La Maddalena. File interminabili per le vaccinazioni e i certificati

Da due volte la settimana che il medico di igiene pubblica della Asl assicurava la propria presenza alla Maddalena, è sceso, da un paio di mesi a questa parte, ad una sola presenza la settimana. Oltretutto non c’è un giorno fisso in cui si è assicurata la presenza che varia di volta in volta. Non solo ma l’infermiera presente in maniera fissa nell’ambulatorio del Polo Sanitario di Padule è andata in pensione e non è stata sostituita.

La conseguenza è che, ad esempio, martedì scorso 17 ottobre una fila interminabile abbia atteso il medico che, giunto da Olbia ed arrivato attorno alle 10, pur andando via intorno alle ore 15 non sia riuscito a smaltire coloro che aspettavano da ore e ore.

Il fatto è che proprio in questo periodo molte persone e molti genitori abbiano necessità di richiedere l’estratto di vaccinazione per i propri figli, come prevedono le disposizioni nazionali scolastiche, e diversi altri debbano far fare le vaccinazioni ai propri figli, magari non fatte, come impone la normativa.

A costoro s’aggiungono i neonati e i bambini che devono ricevere ordinarie vaccinazioni e poi anche gli adulti che al medico di igiene pubblica ricorrono per certificazioni varie, quali ad esempio per patenti nautiche, porto d’arma eccetera.

“C’è un grosso disagio” ha confermato il vicesindaco Massimiliano Guccini. “Il medico viene solo una volta la settimana, e non in un giorno fisso. Oltretutto non è facile prendere l’appuntamento”. Questa situazione crea file molto lunghe, malumori e proteste.

“Come amministrazione comunale abbiamo chiesto alla responsabile del servizio che venga intensificata la presenza del medico e che venga individuato almeno un giorno fisso durante la settimana in cui il medico viene” ha detto il vicesindaco. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 21 ottobre 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.