,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Gruppo Pedroni e Bittu: su Punta Rossa accordi ignoti al consiglio comunale

(di Claudio Ronchi) – Il Gruppo Pedroni e il consigliere Bittu (PD) sono preoccupati per una frase scritta dall’amministrazione Montella, nell’ambito della polemica conseguente alla pubblicazione, da parte della giunta regionale, della delibera di messa a bando dell’ex fortezza di Punta Rossa.

Nelle numerose interlocuzioni ed incontri cagliaritani sul tema Punta Rossa, hanno scritto Montella e C. ultimo quello di un mese fa, ove erano presenti tutti i protagonisti della storia, nessuno in primo piano, men che meno il Comune, “si sono condivisi gli indirizzi, presi accordi politici, affrontate tutte le criticità tecniche del caso, avviate le procedure previste alle normative”.

Proprio questa affermazione virgolettata ha messo in allarme i quattro consiglieri di minoranza i quali hanno scritto che “nessuno contesta la facoltà di una giunta comunale o di un assessorato, di tracciare un percorso, ma leggere che c’è un concordato tra Comune e Regione sul passaggio ai privati di Punta Rossa è tutta un’altra storia”.

Il gruppo Pedroni e Bittu ritengono “che un accordo istituzionale di importanza, che ad oggi nessuno conosce, preliminare alla redazione di un bando ad evidenza pubblica per l’affidamento di Punta Rossa ai privati, non possa essere ignoto al Consiglio Comunale, organismo istituzionale preposto alla programmazione del territorio e rappresentante dell’intera città. Quali siano gli accordi nel merito per la redazione del bando e gli indirizzi concordati non sono elementi trascurabili da rimanere detenzione della Giunta”.

I quattro consiglieri chiedono pertanto che il Consiglio Comunale “sia informato e coinvolto prima che il bando venga redatto”. Per questo ne chiedono, al presidente Ugazzi, la convocazione.

Pubblicato da il 9 Dicembre 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.