,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Il drappo della “resistenza” è stato restaurato

(di Claudio Ronchi) – Era coperto da un grande tricolore il drappo restaurato della “resistenza” maddalenina al tentativo di invasione franco-corsa del 1793. A scoprirlo, tra gli applausi, nel salone consiliare, venerdì 25 ottobre, è stato il sindaco Luca Montella, alla presenza del comandante del Presidio MM, del parroco, di alcuni ex sindaci, di una delegazione Lions, di alcuni studiosi di storia locale e di alcuni altri cittadini.

Il drappo raffigura Cristo in Croce e  Maria di Magdala (Santa Maria Maddalena patrona) posti a protezione dell’Isola con la scritta “Per Dio e per il Re, vincere o morire”. L’operazione di restauro, a cura  dello studio Arcolaio di Siena, durata 3 mesi, ha visto l’asportazione delle graffette di metallo arrugginite con le quali in tempi lontani era stato fissato il drappo che ne era rimasto danneggiato, e la sua riparazione; l’eliminazione delle macchie ferruginose e di quelle dovute all’ossidazione del lino; la ripresa delle toppe in passato cucite; la correzione dei rammendi; la sostituzione di piccole parti troppo danneggiate di eguale tessuto; la vaporizzazione al fine di inumidire le fibre senza danneggiarle; la “ristesura” del drappo in maniera più idonea (senza pieghe anche minime) ed altre operazioni ritenute utili alla sua conservazione.

L’operazione di restauro è costata 10mila euro. Come lo stesso sindaco ha detto – soddisfatto per l’operazione realizzata – sarà opportuno successivamente sostituire il cristallo della teca con altro materiale non riflettente.

Pubblicato da il 27 ottobre 2019. Archiviato in Attualità,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.