,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Il V Trofeo Carpaneda e il raduno tecnico della classe paralimpica

Quest’anno il V Trofeo Carpaneda è stato aperto due giorni prima, l’11 e 12 aprile dal Raduno Tecnico della Classe 2.4 mR, con Filippo Maretti, istruttore federale della squadra paralimpica 2.4mR, che vede impegnati gli atleti paralimpici Antonio Squizzato e Davide Dimaria, oltre ai partecipanti della regata. Il Trofeo Carpaneda si svolge invece sabato 13 e domenica 14 aprile e ospite a La Maddalena una ventina di imbarcazioni della Classe 2.4 mR provenienti da differenti circoli d’Italia. Il Trofeo vedrà al suo interno anche la Regata Nazionale Open della Classe 2.4mR. La competizione sarà a bastone, i campi di regata saranno due in base alle condizioni meteo nelle acque dell’Arcipelago di La Maddalena.

Nelle imbarcazioni della Classe 2.4 mR, il timoniere si trova seduto all’interno dello scafo esattamente davanti a tutte le manovre di controllo, la conduzione pertanto non è impegnativa dal punto di vista fisico e le regate vengono disputate in formula “open” cioè aperta a uomini, donne, giovani e non più giovani, abili e persone con disabilità fisiche, cioè tutti regatano insieme senza nessuna distinzione di categoria. Sono quattro le donne che prenderanno parte alla regata nelle acque maddalenine, un dato che denota un’incredibile crescita nell’ambiente della vela e della classe stessa. La regata, svolta sotto l’egida della Federazione Italiana Vela grazie alla collaborazione della Lega Navale Italiana – sezione di La Maddalena, vede la collaborazione di diverse realtà della vela del nord Sardegna come il Club Nautico La Maddalena. Inoltre, grazie alla convenzione stipulata con l’Istituto di Studi Superiori Giuseppe Garibaldi di La Maddalena, l’evento accoglie nel proprio staff anche gli studenti dell’Istituto, all’interno del progetto alternanza scuola lavoro.

La manifestazione è organizzata da Acque Libere che si propone di abbattere ogni barriera per rendere il mare di La Maddalena e il territorio accessibile a tutti, normodotati e persone con diversi livelli di disabilità, attraverso numerose attività sportive legate al mare e non solo.

Pubblicato da il 12 aprile 2019. Archiviato in Sport. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.