,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Il vescovo: sacrosanta la difesa del diritto alla salute

(di Claudio Ronchi) – “Ritenevo giusto e doveroso dare un segno di solidarietà e di vicinanza ad una richiesta che io ritengo sia sacrosanta, una richiesta che appartiene a quello che è un diritto fondamentale di ogni persona e di ogni comunità: il diritto alla salute”. Le parole sono del vescovo Sebastiano Sanguinetti, pronunciate dopo aver fatto visita, domenica 14 ottobre, accompagnato dal sindaco Montella e dal parroco don Domanski (insieme all’ex parroco don Degortes) al presidio posto a difesa dell’ospedale Paolo Merlo.

“Diritto la salute significa prestazioni in tempo utile e di qualità”, ha proseguito il vescovo. “Io ho detto ai rappresentanti di questo comitato di non poter entrare nelle soluzioni tecniche di questo problema; dico soltanto che la doppia insularità esige un’attenzione particolare a quelli che sono i disagi degli spostamenti, l’attraversamento del mare, la distanza”.

Mons. Sanguinetti, che conosce il progressivo impoverimento maddalenino dai tempi della partenza degli americani e del disimpegno del ministero della difesa, ha fatto quindi riferimento proprio alla “situazione particolare che comunque La Maddalena vive, situazioni anche di disagio economico, sacche di povertà che sono venute sempre più creandosi. Tante persone, soprattutto persone anziane, persone sole, che non hanno neppure i mezzi sufficienti per potersi spostare”.

Per il vescovo tre sono le esigenze: la celerità, la prossimità degli interventi e la qualità. “Spetta a chi di dovere provvedere, trovare la soluzione adeguata. La vicinanza a quella che è la giusta richiesta dei maddalenini non poteva non avere anche tutta la mia affettuosa e convinta partecipazione”.

Pubblicato da il 17 ottobre 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.