,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. L’angelo ed Eva, un gran testo bene interpretato

(di Claudio Ronchi) – Un testo originale e di spessore, scritto da Maria Assunta Aru, e le interpretazioni degli Amici della Biblioteca, alcune delle quali notevoli, hanno reso omaggio, lo scorso 7 marzo, alla Giornata Internazionale della Donna. Protagonisti sono stati un Angelo e una donna di nome Eva.

“Questo lavoro è un omaggio alla donna”, ha sottolineato la direttrice Maria Caterina Conti nell’introduzione. “Una donna vista dalle varie angolazioni, con i suoi lati positivi e negativi, le sue speranze, i sogni, le delusioni, i dolori ma soprattutto la sua forza nell’affrontare le difficoltà con determinazione e coraggio: una donna vera”.

Il suo cammino, dalla nascita fino all’ultimo istante della sua vita, ha proseguito la Conti “è raccontato in vari flashes che rappresentano le fasi della sua vita: l’infanzia, l’adolescenza, giovinezza, maturità, la vecchiaia”.

Ma la singolarità del racconto è la presenza costante di un angelo, che la “coglie” Eva fin dal suo primo vagito, parlando con lei, facendola confidare senza tuttavia mai svelarsi se non negli ultimi attimi della sua vita. E questo, ha proseguito Maria Caterina Conti, “lo fa con garbo, con ironia, con grande affetto, partecipazione e amore. Perché nella donna, dice l’Angelo, Dio ha profuso i suoi doni a piene mani, anche se …”.

Da sottolineare l’ottima interpretazione dell’angelo da parte di Lino Sorba ben coadiuvato da Gianna Deiana, Margherita Scarpaci, Michela Quadrio, Maddalena Migliore, Lucia Spanu e la stessa Maria Assunta Aru, le sei interpreti di Eva, una per ogni fase della sua vita. Un lavoro che il pubblico presente ha seguito con un’attenzione particolare e in diversi momenti con commozione. Buona la scelta dei brani musicali d’accompagnamento e di sottofondo, da parte di Margherita Scarpaci.

Pubblicato da il 10 marzo 2019. Archiviato in Attualità,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.