,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Le lentezze di Regione e Comune tengono chiuso l’ex Club Med

(di Claudio Ronchi) – Per l’assessora all’urbanistica Annalisa Gulino gli interventi nel sito di Caprera dell’ex Club Med devono essere organici all’esistente e agli altri interventi che potranno essere realizzati. “Non un intervento a spot” ha detto ma organico nel contesto complessivo.

L’intervento dall’assessora è stato fatto nell’ambito del punto all’ordine del giorno del consiglio comunale del 19 dicembre scorso relativo alla variante al PUC dell’area ex Club Med. Elemento questo indispensabile perché il sito possa essere messo a bando e assegnato ad un soggetto privato che lo utilizzi a fini turistici. Punto, quello della variante, portato in consiglio comunale però solo per una discussione e non per una decisione, come peraltro da tempo chiesto dalla Regione Sardegna.

E questo è stato il rimprovero mosso all’amministrazione Montella dal consigliere d’opposizione Mauro Bittu (PD), il quale ha sottolineato una notevole lentezza sull’argomento. La Gulino ha attribuito invece la responsabilità della lentezza alla Regione Sardegna.

Fatto sta che a oltre dieci anni dalla chiusura del Club Med (che è stato una delle voci più importanti del turismo isolano, che occupava stagionalmente non meno di 200 persone, in buona parte maddalenine), quel sito, che ha enormi potenzialità turistiche, vuoi per la lentezza comunale vuoi per la lentezza regionale, continua a rimanere tristemente inutilizzato.

Pubblicato da il 20 dicembre 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.