,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Le sorelle Mangano protagoniste e organizzatrici di “Caro Garibaldi”

(di Claudio Ronchi) – Sara e Barbara Mangano sono due artiste cresciute a La Maddalena con genitori che, fin da quando erano piccole, hanno scelto questo arcipelago come loro sede lavorativa e di vita. Terminati gli studi Sara e Barbara sono andate via dall’isola, per seguire le loro inclinazioni e aspirazioni ed ora sono artiste che girano il mondo.

Sono rimaste però fortemente legate a La Maddalena, non solo per ragioni familiari. Tant’è vero che più volte l’anno vi organizzano manifestazioni e spettacoli, sempre di ottimo livello qualitativo. Non a caso, dopo il successo del Festival di giugno, si concludono sabato 12 ottobre due settimane di laboratori (iniziati il 30 settembre), un Cantiere di Ricerca Artistica aperto alla popolazione.

A tenerli sono stati, insieme a Sara e Barbara Mangano, altri due professionisti, Pierre-Yves Massip e Alberto Ferraro, che hanno intrapreso insieme agli allievi partecipanti un percorso di formazione.

Sabato 12 ottobre alle 19:00 ai Magazzini Ilva di Cala Gavetta andrà in scena, “Caro Garibaldi”, uno spettacolo dedicato all’eroe dei due mondi, un viaggio, è scritto in una nota “tra la memoria e l’attualità. Garibaldi riceve delle lettere dal presente e decide di dare una sbirciata al mondo di oggi, cosa vi troverà? Lo spettacolo vuol essere anche un omaggio all’ Uomo G. Garibaldi che 170 anni fa è approdato per la prima volta sull’Isola di La Maddalena, un’isola i cui abitanti e la cui bellezza gli è entrata nel cuore”.

Sabato, oltre che quattro artisti, saranno in scena bambini della Quinta Elementare dell’Istituto San Vincenzo, un gruppo di adolescenti, alcuni giovani e un gruppo di adulti isolani. Una cinquantina di attori in tutto. Alcune delle musiche dello spettacolo sono scritte e interpretate dal musicista e cantante Sergio Pinna.

 

Pubblicato da il 12 ottobre 2019. Archiviato in Attualità,Cultura,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.