,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Novena di Natale, una tradizione all’Isola che parte nell’Ottocento

(di Claudio Ronchi) – La Novena di Natale fu eseguita per la prima volta in un convento di Missionari Vincenziani di Torino, nel Natale del 1720. A scriverne i testi in latino e la musica, gregoriana, fu padre Carlo Antonio Vacchetta. Il fascino del canto e la semplicità della melodia la fecero amare immediatamente e rapidamente. Si diffuse in Piemonte e successivamente in Sardegna, dove esistono versioni in logudorese e barbaricino, poi nel resto d’Italia e in Francia.

Come tante altre cose piemontesi, anche la celebrazione della Novena fu presto “importata” all’isola di Maddalena, e celebrata saltuariamente alla fine del ‘700, con una certa regolarità per tutto l’Ottocento. Certo è che, con le Missioni Popolari predicate dai vincenziani ai primi del Novecento, con padre Giovanni Battista Manzella, riprese vigore anche per la presenza, dal 1903, della Casa San Vincenzo e di numerose suore. Celebrata regolarmente ai tempi del canonico Antonio Vico (parroco per 33 anni), con don Salvatore Capula e la “Schola Cantorum Santa Cecilia” da lui fondata, la Novena di Natale, assurse al rango, per le pregevoli esecuzioni, di momento liturgico di grande spessore.

Sebbene il Concilio Ecumenico Vaticano II ne consenta l’esecuzione anche in italiano (quella curata dai monaci benedettini di Subiaco) – così è celebrata nella chiesa di Moneta fin dai tempi di don Giuseppe Riva come nella chiesa del Santo Bambino di Praga di Due Strade – in Santa Maria Maddalena si continua a celebrarla solennemente in latino (l’attuale direttore della corale, Luigi Macciocu, la ripropone secondo la migliore tradizione da lui ereditata), e per il suo fascino e la profonda spiritualità liturgica che esprime, è ancora assai amata da molti. È ormai consolidato nel tempo che Radio Arcipelago (90,20 MhzFM) la trasmetta in diretta sia in italiano che in latino, collegandosi prima con Moneta e poi con Santa Maria Maddalena.

Pubblicato da il 18 dicembre 2018. Archiviato in Cultura,News,Storia. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.