,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Per Cuccu (UDC), occorrono nuove regole per il Parco (e applicare quelle esistenti)

(di Claudio Ronchi) – Per Marco Cuccu, coordinatore cittadino dell’UDC e imprenditore della nautica, occorrono nuove regole di fruizione sostenibile per tutelare l’ecosistema del Parco Nazionale, “pesantemente minacciato dalla crescente e incontrollata pressione antropica”.

Una misura drastica ma già prevista nel decreto istitutivo dell’ente è quella di limitare “a 3800 il numero massimo di passeggeri (traffico, noleggio e locazione), che possono sbarcare giornalmente nelle isole, esclusa quella di Maddalena”.

Per Cuccu è pertanto necessario istituire: la porta del Parco sull’isola di Maddalena; il numero chiuso per le imbarcazioni dei non residenti nell’area Parco, per il noleggio occasionale, la locazione e il diporto; maggiori controlli contro l’abusivismo; il numero chiuso per tutelare alcuni arenili e installare dei tornelli d’ingresso nei punti principali di sbarco per monitorare la regolare pressione antropica; il divieto di fumare sulle spiagge.

Per quanto riguarda Caprera, Marco Cuccu ritiene che si debba “chiudere o limitare il traffico dei veicoli a motore dei non residenti”, creando però “un servizio di mobilità a basso impatto ambientale attivando apposite convenzioni con gli operatori locali”.

Tutto ciò però non può essere però disgiunto dalla creazione di nuovi servizi sulle isole e dalla realizzazione di corsi di formazione e aggiornamento per gli operatori del mare sulle diverse tematiche ambientali.  Anche gli itinerari delle unità da traffico dovrebbero essere riesaminati, “impegnando gli operatori del settore a non utilizzare più prodotti di plastica nella fornitura del servizio di ristorazione a bordo”.

Il coordinatore cittadino dell’UDC ricorda poi di riservare il 75% di passeggeri agli operatori residenti nell’area Parco.

Pubblicato da il 12 ottobre 2018. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.