,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena: Pillole di storia 18. La Resistenza: furono 10 i maddalenini che vi parteciparono; i nomi resi noti dallo storico Aldo Borghesi

 

Aldo Borghesi

La Maddalena: Pillole di storia 17. La Resistenza: furono 10 i maddalenini che vi parteciparono; i nomi resi noti dallo storico Aldo Borghesi.

Furono dieci i maddalenini che parteciparono alla Resistenza, una donna e nove uomini. Dell’eroina Fiamma Coliolo, discendente del leggendario Maggior Leggero, ci siamo occupati nel numero scorso, raccontando della ricorrenza del 25 aprile e della presentazione del libro sulla sua vita. Nella stessa occasione Aldo Borghesi, storico della Resistenza Sarda e dell’Istituto di Storia dell’Antifascismo-Sardegna Centrale (I.ST.A SA.C.), ha rivelato i nomi di altri 9 maddalenini, secondo un approfondito studio da lui effettuato in questi anni, cha va ad arricchire il Repertorio dei Partigiani Sardi da lui compilato. Era maddalenino Vincenzo De Angelis, classe1912, segretario comunale, fu uno dei responsabili del reparto Polizia Partigiana della Prima Zona Piemontese del Biellese. Pierfranco Fabbri, classe 1917, appartenne alla Brigata Stella Rossa Lupo, che combatté nella zona di Marzabotto (Bo) e venne ferito. Armando Ferrari, classe 1903, residente in Provincia di Reggio Emilia, fece parte della Brigata Angelo Zanti. Pietro Laurenti, classe 1901, residente a Torino, meccanico. Guglielmo Pantano, classe 1914, capitano di Fanteria della Divisione Aqui, fu uno dei comandanti della Resistenza italiana a Cefalonia. Fu fucilato con tutti gli altri ufficiali il 21 settenbre 1943 dopo la resa alle truppe tedesche ed è decorato alla memoria con Medaglia d’Oro al Valor Militare. Franco Pinna, fotografo, partecipò alla resistenza a Roma. Luigi Piroddi, combatté nell’Alta Garfagnana, nella formazione Marcello Garosi. Ottavio Porqueddu, combatté in Piemonte nella XXVI Brigata Autonoma. Antonio Pruneddu, motorista navale, carabiniere prima dell’8 settembre, fu ferito in combattimento. Giuseppe Serpe o Serpi, sottufficiale di Marina, che combatté con una formazione garibaldina nel Basso Alessandrino. I nomi resi noti da Borghesi saranno oggetto di ulteriori ricerche, ha detto Antonello Tedde, che con Santo Ugo sono rispettivamente vice presidente e presidente della sezione maddalenina dell’ANPI.  Claudio Ronchi

Pubblicato da il 7 luglio 2012. Archiviato in Storia. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.