,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Maddalena. Sanità: i Riformatori sono prudenti e Montella non si fa prendere dall’entusiasmo

La Maddalena. Sanità: i Riformatori sono prudenti e Montella non si fa prendere dall’entusiasmo

Tutti ci auguriamo che gli annunci corrispondano al vero ma riteniamo opportuno attuare una operazione trasparenza. A dichiararlo sono stati il leader dei Riformatori della Gallura, Giovanni Pileri e il coordinatore di La Maddalena Fabio Lai, in merito alle sorti dell’ospedale Paolo Merlo, nell’ambito della riforma della rete ospedaliera della Sardegna che si sta discutendo e votando in consiglio regionale.

In riferimento in particolare alla sanità in Gallura e al punto nascita, la pediatria e la camera iperbarica di La Maddalena, Pileri e Lai, “nel rimarcare la costante battaglia dei Riformatori con i propri emendamenti e interrogazioni presentati, sperano che gli annunci corrispondano al vero. Troppi dubbi dividono il paese, per questo abbiamo concordato, con i nostri referenti regionali, di presentare un’interpellanza indirizzata l’assessore Arru, al fine di fare chiarezza, evitando illusioni che in questo momento farebbero solo male”.

La paura che la richiesta di deroga sia il contentino per poterci dire che è stato il Ministero a bocciare la riapertura è tanta, ha dichiarato Stefania Terrazzoni, una delle mamme protagoniste della battaglia dei pancioni.

Anche il sindaco Luca Montella non si fa prendere dall’entusiasmo e attente il documento definitivo per capire effettivamente quali saranno le sorti dell’ospedale cittadino. Qualche giorno fa insieme al consiglio comunale ha votato un ordine del giorno nel quale, ai consiglieri regionali che stanno decidendo sulla riforma della rete ospedaliera della Sardegna, è stata chiesto che l’ospedale di La Maddalena venga trattato con la stessa dignità con la quale sono stati trattati e sono trattati gli ospedali di Alghero, Bosa, Lanusei, Ozieri e Tempio.

Pubblicato da il 21 ottobre 2017. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.