,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

La Sezione Operativa Navale della GdF contro la pesca di frodo dei ricci di mare

Prosegue l’attività di repressione della pesca di frodo dei ricci di mare da parte Reparto Operativo Aeronavale che ha sede a Cagliari e caserme in varie parti della Sardegna, tra cui La Maddalena. Nell’oristanese sono stati sequestrati oltre 2 quintali di ricci, 1,5 kg di polpa di riccio, 51 attrezzi da pesca e comminate multe per 136.000 euro. In particolare, nell’attività svolta nell’oristanese, ai pescatori subacquei professionali, sorpresi a pescare ricci di mare di taglia minima inferiore a quella di riferimento, sono state elevate una sanzioni amministrative tra i 1.000 e i 15.000 euro; in una circostanza è stata ritirata una autorizzazione alla pesca subacquea professionale. Per ogni sanzione verranno decurtati 5 punti sulla licenza di pesca. Le attività d’indagine condotte sulla terra ferma, hanno altresì consentito di sequestrare oltre 1,5 Kg. di polpa di riccio (già racchiusa in più di 17 vasetti confezionati) e Kg. 5 di prodotto senza che vi fossero le garanzie minime di tracciabilità e rispetto delle normative igienico sanitarie. Complessivamente sono state comminate sanzioni da un minimo di 31.750 euro ad un massimo di 136.500 euro, sequestrati 51 attrezzi da pesca e decurtati 95 punti dalle licenze di pesca.

Pubblicato da il 30 marzo 2019. Archiviato in Brevi. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.