,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Luogosanto. Un progetto di valorizzazione storico-turistica

Garantire la presenza di almeno 100 persone all’inaugurazione del nuovo Centro di Documentazione del Medioevo in Gallura; Fare almeno 2 visite guidate al giorno al Palazzo di Baldu, dal 23 luglio al 2 agosto, per una media minima di 15 visitatori giornalieri; Raddoppiare, dal 23 luglio al 2 agosto la media giornaliera di visitatori del CDMG e del Museo Diocesano. È quanto si propone l’Amministrazione Comunale col progetto: Luogosanto, cuore del Giudicato di Gallura; Valorizzazione e promozione del Parco Archeologico e Naturalistico del Palazzo di Baldu e del Centro di Documentazione del Medioevo in Gallura. Il CDMG è ospitato all’interno del Museum Natività della Beata Vergine Maria, sede locale del sistema museale della Diocesi di Tempio-Ampurias, ricavata dal restauro di un convento francescano del 1500.

Per quanto riguarda gli scavi già effettuati sono stati portati alla luce diversi reperti (custoditi nella scuola locale) provenienti da Siria, Egitto, Valenza, Pisa e Savona, una fornace, strutture dell’Età del Bronzo e alcune sepolture nei pressi dell’attigua chiesa di Santo Stefano.

Quest’anno il Comune ha riattivato la convenzione con il Dipartimento di Storia, Beni Culturali e Territorio dell’Università di Cagliari. È stato allestito un cantiere di tre settimane che ha collaborato con l’UTL per sperimentare alcune azioni come il sondaggio dell’utenza turistica, visite guidate per la festa patronale, comunicazione sui social network e partecipazione alle Giornate Europee del Patrimonio.

Per il progetto in questione, per il quel esistono già fondi comunali, è stato chiesto un finanziamento alla Fondazione Banco di Sardegna.

Pubblicato da il 28 novembre 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.