,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Palau. Due momenti celebrativi importanti: affondamento del Trieste e ricorrenza dell’autonomia

Due momenti importanti sono stati adeguatamente solennizzati, mercoledì 10 aprile: luttuoso e di carattere bellico uno; di conquista civile e democratica l’altro. Settantasei anni fa, nella rada di Mezzo Schifo, veniva affondato dagli aerei Alleati l’incrociatore Trieste e molti furono coloro che vi persero la vita. Sempre 76 anni fa la comunità palaese riuscì a ottenere il “distacco” da Tempio, costituendosi in Comune autonomo.

Le celebrazioni sono iniziate alle 9.30 con la Messa celebrata dal vescovo Sebastiano Sanguinetti, insieme al parroco don Paolo Pala. Sono stati ricordati tutti i caduti. Il vescovo ha espresso parole di condanna per l’attentato subito dal sindaco qualche giorno fa.

Sulle note del Silenzio poi, suonato dalla Fanfara della Brigata Sassari, con l’ausilio dei sommozzatori è stata deposta in rada, nel punto dell’affondamento del Trieste, una corona di alloro benedetta da dal vescovo. Le celebrazioni del 76° dall’affondamento si sono concluse in Piazza Popoli d’Europa col discorso del sindaco.

Nel pomeriggio, alle 18.30, è stato il momento dei festeggiamenti civili: 60 anni di autonomia. Nell’aprile del 1959 Palau divenne comune autonomo con il distacco da Tempio. Il sindaco Franco Manna aveva invitato tutti i sindaci viventi e i famigliari di quelli deceduti. Gli ex sindaci hanno manifestato l’importanza di avere un Consiglio Comunale unito.

Il sindaco Manna ha voluto onorare tutte le amministrazioni passate attraverso la realizzazione di quadri raffiguranti il mezzo busto del sindaco in carica durante il mandato amministrativo di riferimento con accanto l’elenco della maggioranza e l’opposizione, senza tralasciare i vari commissari. I quadri rimarranno all’interno dell’aula consiliare.

Pubblicato da il 12 aprile 2019. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.