,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Parco: numero chiuso o numero comodo?

giuseppe-bonanno-765Parco: numero chiuso o numero comodo? La soluzione Giuseppe Bonanno l’aveva anticipata qualche mese fa a Radio Arcipelago (90,20 mhz) ma è stata recentemente spiegata, in maniera complessiva ed articolata, sul numero di novembre di Parcoinforma, il bollettino del Parco: il concetto di numero comodo.  “Ricorrono ogni anno – scrive il presidente del Parco – le polemiche relative alla gestione delle spiagge: sporcizia, servizi insufficienti se non addirittura assenti, problemi relativi alla vigilanza e al controllo, e ancora il tema della sicurezza dei bagnanti. In esse si innesta il corollario delle critiche, da una parte, di chi invoca la necessità di maggiori tutele e, dall’altra, di chi ritiene per contro che le coste abbondino già troppo di divieti e quindi rifugge con orrore il solo pensiero di introdurre nuovi vincoli. Possibile – si domanda Bonanno – che economia ed ecologia debbano essere sempre agli antipodi del range delle opportunità e delle scelte che gli amministratori locali devono adottare? Chi vince tra le lobbies degli ‘sfruttatori’ delle risorse naturali e l’ambientalismo ‘radicale’ degli ambientalisti?”. “Eppure – prosegue Bonanno – le stesse persone che si scandalizzano su questi argomenti credo troverebbero estremamente sconveniente recarsi in un teatro e, dopo aver fatto la fila al botteghino, entrare in galleria per rendersi conto solo all’ultimo istante di quanto i corridoi siano pieni di sporcizia o del fatto che, affacciandosi in sala, troverebbero solo gente in piedi che si strattona nel disperato tentativo di trovare un posto a sedere”. Per il presidente del Parco “contingentare il numero significa garantire il diritto di tutti di godere di quelle bellezze tutelando i turisti dalla delusione che, chi parte per godere di un’ ‘opera d’arte’ naturale, essi incontrerebbero nel trovarsi, invece, nel bel mezzo di un parcheggio di un supermarket all’ora di punta. Contingentare significa valorizzare e proteggere allo stesso tempo il patrimonio di cui disponiamo, perché un numero maggiore di persone possa usufruirne nel tempo”. Afferma così Bonanno di aver “voluto rivoluzionare il concetto di ‘numero chiuso’ definendolo ‘numero comodo’ per comunicare da subito l’accezione e gli aspetti positivi dell’argomento. Ritengo che il concetto di ‘numero comodo’ debba essere perciò oggetto di approfondimenti e sperimentazioni”. Per Bonanno il numero comodo si configura “come uno strumento di tutela e di comunicazione, nonché come un marchio di qualità, il quale garantisce che chi si reca in un luogo governato sulla base di tali presupposti sa di visitare un vero capolavoro di cui potrà oggi goderne appieno la bellezza, nella consapevolezza che anche i propri figli e nipoti potranno apprezzare in futuro le stesse risorse. E’ il diritto garantito di ognuno di noi di entrare nel più bel teatro del mondo e di poter vivere l’emozione di vedere sempre la ‘prima’”.  Claudio Ronchi

Pubblicato da il 27 dicembre 2009. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.