,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

San Pasquale. In tanti a San Michele del Liscia

San Michele del Liscia (foto di Antonio Impagliazzo)

(Di Claudio Ronchi) – C’è una bella tradizione ormai, da 16 anni a questa parte, ed è quella che in occasione della memoria di San Michele Arcangelo (29 settembre), nella chiesetta campestre a lui dedicata, San Michele del Liscia, costruita nel 1730, insieme ai fedeli delle frazioni di San Pasquale e Porto Pozzo, di Palau e Santa Teresa Gallura, arrivino anche quelli di La Maddalena. Così è stato anche nell’ultimo sabato di settembre, con messa celebrata dal parroco delle due citate frazioni, don Luigi Iannone.

Prospiciente la chiesetta in passato c’era un cimitero, un terreno consacrato, del quale è rimasta una croce e qualche rudere, nel quale trovavano sepoltura gli abitanti delle poco popolate e isolate campagne circostanti. Vi venivano sepolti anche i pastori corsi che abitavano le isole maddalenine, prima che queste venissero occupate dalle truppe sardo-piemontesi nel 1767 e fino a quando, nel 1770, non fu ultimata nell’isola di Maddalena la prima chiesa.

Per volontà del parroco attuale don Domenico Degortes (dal 14 ottobre lascerà l’incarico per raggiunti limiti di età), dal 2002 anche da La Maddalena, in occasione della ricorrenza, giungono a San Michele del Liscia pellegrini isolani che si uniscono nella preghiera a quelli degli altri paesi e frazioni.

Pubblicato da il 9 ottobre 2018. Archiviato in Brevi. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.