,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Santa Teresa Gallura. Da venerdì: Terre, Festival Gallurese sul Teatro “come arte e come scienza”.

“Esplorare la relazione tra natura ed umanità attraverso l‘incontro fisico ed emotivo tra attore e spettatore in scenari naturali unici”. Questo è “Terre” il tema della V Edizione del Festival gallurese sul teatro “come arte e come scienza”.

Ad organizzarlo, dal 14 al 19 giugno, è l’Associazione Culturale Teatrale Officineperegrine teatro, della quale Vittoria Nicoli è direttrice artistica e regista. “Ogni evento del festival è stato selezionato, pensato e realizzato per coinvolgere il pubblico indigeno e turista ad abitare la relazione in maniera ecologista e culturalmente attiva. Le numerose collaborazioni con le realtà locali e con artisti e attivisti provenienti da diverse parti del mondo si trasformano in occasioni di crescita collettiva, in laboratori artistici, visite guidate nella natura e nei rifugi, in dibattiti e giornate ecologiche”.

Venerdì 14 giugno alle 10:30, Spiaggia di Rena Bianca, spazio Informagiovani, il gioco delle “Terre isolate e Terre esplorate” ha inizio, con la presentazione del festival attraverso l’app ufficiale Heart of Sardinia, dell’azienda Eager Srl, che sarà uno strumento fondamentale per vivere a 360° il festival e i suoi luoghi, un servizio gratuito e complementare rispetto alle tradizionali cartine e brochure, pensato anche per gli utenti che utilizzano sempre di più le nuove tecnologie. La parte teatrale del festival è affidata a 4 ospiti che andranno in scena in 4 location suggestive.

Sempre venerdì 14 giugno, ore 18:00, alle “Cave Romane” di Capo Testa, l’attrice e regista Maria Luisa Usai esegue la sua performance itinerante “Io non volevo essere Ofelia”, una via crucis contemporanea in un luogo storico e paesaggistico mozzafiato, dove “il ruscello shakesperiano” è il mare Mediterraneo, dal quale rivendicare un finale non tragico e ribaltare la tragedia in uscita di forza. A seguire visita guidata tra passato e presente a cura della CoolTourGallura.

Durante le giornate del Festival sarà possibile visitare della mostra fotografica Teatri Peregrini negli anni che quest’anno verrà ospitata dal rifugio per animali abbandonati Arca Sarda, dove sabato 15 giugno alle 10:00 si potrà fare conoscenza degli animali ed esperienza ella loro cura.

Pubblicato da il 12 giugno 2019. Archiviato in Attualità,Brevi,Cultura. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.