,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Santa Teresa Gallura. Discussioni sull’Area Marina Protetta

(di Claudio Ronchi) – Così come a suo tempo avvenne per il Parco Nazionale di La Maddalena altrettanto è stato per l’Area Marina Protetta di Capo Testa-Punta Falcone; né alla Maddalena infatti né a Santa Teresa Gallura, nessuno ha chiesto l’opinione della popolazione circa la loro istituzione.

I governanti di turno, forti di un programma elettorale che li aveva visti vincenti, hanno deciso per loro, per i cittadini. Ora, tale procedura, per taluni è politicamente corretta mentre per altri non lo è affatto. Anche per questo, per l’Area Marina Protetta di Capo Testa-Punta Falcone, pendono al Tar dalla Sardegna due ricorsi oltre al disappunto della minoranza consiliare.

Lo stato dei fatti tuttavia è che l’area Marina Protetta è stata istituita da alcuni mesi. A gestirla e provvisoriamente è il comune teresino con il suo apparato, e nei giorni scorsi il Consiglio Comunale a maggioranza ha dato mandato per la stipula di una convenzione con il Consorzio dell’Area Marina Protetta Tavolara-Punta Coda Cavallo.

Pubblicato da il 26 novembre 2018. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.