,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Santa Teresa Gallura. Il sindaco Stefano Pisciottu protesta per l’inquinamento e chiede la costituzione del Parco Internazionale delle Bocche

 Il sindaco di Santa Teresa Gallura Stefano Pisciottu ha inviato al governatore della Sardegna Ugo Cappellacci ed al ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo le lettera che riportiamo: “All’ incontro di venerdì 28/01 presso la Prefettura di Sassari erano presenti il Prefetto, il Governatore Cappellacci, i Presidenti delle Province – Sanciu e Giudici -, il Direttore marittimo Persenda e il rappresentante di E-ON. Erano invece assenti, perchè non invitati, i Sindaci dei Comuni interessati; seppure in un incontro precedente con il Prefetto si era deciso di coinvolgerli in una riunione che si sarebbe dovuta svolgere a Santa Teresa Gallura. Il Governatore alla fine dei lavori ha dichiarato che la situazione è sotto controllo e che le operazioni di bonifica saranno eseguite in tempi brevi dalla E-ON, la quale dovrà successivamente attuare un piano di recupero dell’immagine. Come Sindaco di Santa Teresa Gallura, pretendo la partecipazione attiva alla stesura del piano per la bonifica, alla definizione dei tempi e dei metodi di intervento e ne rivendico il controllo di concerto con le istituzioni sovraordinate. Non intendo ringraziare la E-ON che invece dovrà attuare tutte le azioni, anche risarcitorie che si renderanno necessarie a ristabilire lo stato dei luoghi e dell’immagine, precedenti all’inquinamento. Questa vicenda ci ha fatto prendere coscienza del rischio enorme che questo territorio affronta e che potrà essere controllato solo con l’adozione di misure di tutela internazionali.  Al Governo chiediamo appunto l’istituzione di un tavolo internazionale per definire la costituzione del “Parco internazionale delle Bocche” che comprenda tutti i territori interessati (Santa Teresa Gallura, Bonifacio, Palau, La Maddalena) e che veda i Sindaci attori di questo processo”.

(Martedì 1° febbraio 2011)

Pubblicato da il 1 febbraio 2011. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.