Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Santa Teresa. “Una sera alla torre di Longosardo”

Santa Teresa.   “Una sera alla torre di Longosardo”

 Quarto ed ultimo appuntamento del Piano di Promozione della Provincia di Olbia Tempio dedicato ai luoghi storici della Gallura, trasformati per l’occasione in scenari suggestivi dedicati all’esibizione di artisti musicali e alla promozione dei prodotti del territorio. Stasera sarà la volta della Torre di Longosardo di Santa  Teresa Gallura, edificata nei primi del XVI sec. dagli spagnoli. Nei gazebo collocati vicino alla torre saranno esposti i prodotti del territorio  sia quelli gastronomici che le produzioni artistiche ed artigianali.   Tra le 19.00 e le 20.00 inizierà la degustazione dei prodotti tipici del luogo e alle 21.00, la raffinata cantante Carla Denule eseguirà insieme al suo gruppo di sette elementi la “Sinfonia in limba”.  La cantante Carla Denule da quattro anni ormai viene accompagnata nei i suoi concerti da un gruppo di sette elementi formato da 3 archi (2 violininiste e una violoncellista) una pianista-tastierista, una chitarrista-corista, un batterista e un bassista- contrabbasso. Si presentano al pubblico in modo molto elegante e raffinato con una scenografia completamente bianca come i loro vestiti e vengono apprezzate, oltre che dal pubblico sardo, anche da coloro che si avvicinano per la prima volta alla nostra musica etnica. Subito dopo, alle 22.00, l’esibizione di un coro proveniente dalla Corsica che  suggellerà i legami che la terra di Gallura ha da sempre con “i fratelli” della vicina isola francese. Hanno anticipato l’appuntamento di Santa Teresa le serata organizzate al castello di Baldu di Luogosanto, al Castello di Pedres ad Olbia, al nuraghe Loelle di Buddusò  che sono diventate vetrine suggestive di interesse storico-culturale a sostegno delle produzioni locali. (Giovedì 22 settembre 2011)

Pubblicato da il 22 settembre 2011. Archiviato in Brevi 2. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.