,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Sant’Antonio di Gallura. Per la posta il paese “smembrato” tra Olbia e Arzachena

(di Claudio Ronchi) – La Gallura è singolare: c’è ad esempio la frazione di San Pasquale che è sostanzialmente tagliata a metà, in parte è Comune di Tempio (lontana quasi 40 chilometri e in parte è Comune di Santa Teresa Gallura (vicina pochi chilometri).

Ma c’è anche Sant’Antonio, paese di circa 1500 abitanti, che, come ha scritto recentemente il sindaco Carlo Duilio Viti, “a seguito delle aree di smistamento e consegna della posta”, “il Comune di Sant’Antonio è stato smembrato in due parti. Ad oggi una parte di territorio (non) viene servito dalla Posta di Arzachena e l’altra parte (non) viene servita dalla Posta di Olbia”.

Del problema Gallura Informazione si è già occupata nei giorni scorsi riferendo proprio che per i disguidi e i ritardi nel recapito della corrispondenza il sindaco aveva scritto a Poste Italiane e alla stazione dei Carabinieri di Calangianus. Ora pare che si sia registrato un certo miglioramento della situazione e comunque a metà mese ci sarà una verifica del sindaco con Poste Italiane per constatare se ci si sia avviati effettivamente verso una normalizzazione del servizio.

Rimane comunque la riflessione iniziale su alcune singolarità in Gallura: solo che quella di San Pasquale risale a periodi antichi, quella di San’Antonio di Gallura è dei giorni nostri.

Pubblicato da il 5 febbraio 2019. Archiviato in Brevi. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.