Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Un equipaggio gallurese in soccorso dei profughi a Lampedusa

Un equipaggio gallurese in soccorso dei profughi a Lampedusa.

A rinforzare la VII squadriglia della Guardia Costiera di Lampedusa è stato inviato anche un equipaggio della Guardia Costiera di Olbia, composto da Capo Marrosu, S. Capo Demuro O., S. Capo Fabio Lai e Sgt Vincenzo Serra. La mattina del 10 settembre, l’equipaggio gallurese è stato messo subito a dura prova quando è stata allertato da l’aereo della Guardia Costiera che aveva avvistato a circa 35 miglia sud/est dell’isola un barcone di circa 10 metri con a bordo 150 persone, tra cui diversi bambini. Si saprà poi che da oltre tre giorni erano senza cibo e senza acqua. Ecco come il sotto capo Fabio Lai, di La Maddalena (nella foto un bambino salvato gli mostra la sua affettuosa riconoscenza), descrive l’operazione: “Dopo la segnalazione di avvistamento la motovedetta Cp 305, nonostante le condimeteo avverse, ha mollato subito gli ormeggi e si è prontamente diretta a soccorrere le persone in difficoltà. Giunti sul punto la situazione era drammatica, le persone erano accalcate l’una sull’altra, mutilati di guerra, donne e bambini compresi. Non appena i naufraghi hanno avvistato l’unità della Capitaneria di Porto hanno iniziato a gridare con disperazione le uniche parole che probabilmente conoscevano nella nostra lingua: “Aiuto!!! acqua!!!, aiuto!!! acqua!!!. Le operazioni di trasbordo si sono rese da subito complicate. Una volta affiancato il barcone le persone, vedendo la loro unica speranza, hanno cercato di imbarcare contemporaneamente in maniera disordinata, lanciandosi addirittura a bordo con il rischio di cadere in mare. Gli uomini della guardia costiera sono riusciti a ristabilire l’ordine e trasbordare in sicurezza tutte le persone. Una volta a bordo è stato necessario, per alcuni soggetti, l’immediato intervento dei medici e degli infermieri del CISOM presenti a bordo, la cui mancanza non avrebbe permesso un così proficuo esito dell’operazione”. (Giovedì 22 settembre 2011)

Pubblicato da il 22 settembre 2011. Archiviato in Brevi 2. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.