,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Verso lo sciopero del 10 luglio

Mario Medde, segretario regionale della Cisl

Mario Medde, segretario regionale della Cisl

Anche il mondo imprenditoriale, delle professioni, della cooperazione, le rappresentanze del settore agricolo aderiranno allo sciopero generale dell’Industria e dei servizi a rete proclamato e programmato da Cgil, Cisl e Uil della Sardegna nella giornata di venerdì 10 luglio prossimo. Il sì alla all’iniziativa sindacale è stato dato anche da Confindustria, Api sarda, Lega delle Cooperative, Coldiretti, Confragricoltura e Confapi intervenute all’incontro organizzato dalle tre OO.SS. confederali. L’adesione formale e le modalità di partecipazione saranno decise nei prossimi giorni dai direttivi delle singole organizzazioni. Venerdì 9 luglio, al palazzo regio di Cagliari, assemblea generale dell’Unione delle Province Sarde (UPS) per ufficializzare la partecipazione allo sciopero. Contatti sono in corso anche con gli organismi dirigenti dell’ANCI Sardegna. “La partecipazione unitaria delle forze sindacali, professionali, imprenditoriali, della Cooperazione e delle Istituzioni rafforza – hanno detto i segretari regionali Piero Cossu, Mario Medde e Francesca Ticca – la posizione complessiva dell’isola nei confronti del Governo e rappresenta una sollecitazione ulteriore all’apertura di un tavolo a Palazzo Chigi sulla vertenza-Sardegna”. Venerdì 3 luglio alle 11,30, nel corso di una conferenza stampa in programma nella sede della Cgil (viale Monastir), i segretari generali Costa, Medde e Ticca presenteranno obiettivi e organizzazione dello sciopero del 10 luglio.

 

 

 

 

 

 

 

Pubblicato da il 2 luglio 2009. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.