,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

A fuoco peschereccio maltese, in salvo l’equipaggio italiano

naufraghiNel pomeriggio di ieri 5 ottobre un peschereccio di 36 metri, battente bandiera maltese ma con equipaggio italiano composto da 5 uomini, mentre rientrava a Porto Santo Stefano, dopo una battuta di pesca in acque sarde durata alcuni giorni, ha preso fuoco a circa 55 miglia a Nord-Est di La Maddalena. Le fiamme si sono sprigionate dalla sala macchine. Lanciato l’Sos i pescatori si sono calati su una zattera di salvataggio. Alle 17:30 è partita l’operazione di soccorso da parte della Guardia Costiera di La Maddalena, che considerata la distanza (2 ore di moto) ha chiesto ad una nave panamense che navigava a poca distanza di prestare soccorso ai naufraghi. Giunta sul luogo la motovedetta la Cp 870 ha prelevato i cinque uomini facendo rotta su La Maddalena dove è giunta, a Cala Gavetta, alle 22:10. Dei naufraghi, quattro di San Benedetto del Tronto e uno di Porto Santo Stefano, solo uno di loro è stato portato dall’ambulanza del 118 al Paolo Merlo, per una lieve ferita alla mano. Gli altri tre, dopo le domande del caso, sono stati invitati a cena dal sindaco Comiti, accorso in banchina, mentre l’accoglienza notturna è stata organizzata presso l’Oasi Serena. Le operazioni di soccorso sono state seguite dal comandante della Capitaneria di Porto Alessandro Petri e dal vice Rosario Morello che, da questa mattina, apriranno un’inchiesta sulle cause del sinistro. Il peschereccio, lasciato nella notte in fiamme e alla deriva, rischia però di affondare. Da Olbia, in mattinata, arriverà sul luogo del sinistro un rimorchiatore, per recuperarlo. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 6 Ottobre 2014. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.