,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena. Dall’imposta di soggiorno previsti 1,5 milioni; Saranno spesi con finalità turistiche

Reduce dalla tre giorni a Bruxelles, dove ha partecipato al seminario formativo “Progetti europei per enti locali, associazioni e imprese della Sardegna” volto ad indirizzare i pubblici amministratori verso la possibilità di accedere a finanziamenti diretti messi a disposizione dalla Commissione Europea, la vicesindaca e assessora alle Finanze, Cristina Usai, ha presentato oggi, in Consiglio Comunale, l’aggiornamento al DUP e il Bilancio di Previsione 2019-2021.

A partire da quest’anno anche Arzachena, come i Comuni limitrofi, applicherà l’imposta di soggiorno sui pernottamenti presso le strutture ricettive del territorio comunale, dal 16 giugno al 15 settembre. La tariffa è commisurata alla categoria della struttura stessa (max 5 euro per notte e 7 pernottamenti consecutivi). Per agevolare le piccole strutture (stanze e appartamenti gestiti da privati) è stata attivata una convenzione con la piattaforma on line Airbnb per la riscossione e il riversamento delle somme direttamente dal portale che sarà attiva dal 1° aprile 2019 per tutto l’arco dell’anno.

Quali introiti si attendono dal questa imposta? “Utilizzando un criterio prudenziale gli uffici hanno stimato un’entrata di 1,5 milioni di euro”, spiega Cristina Usai. “In accordo con le principali associazioni di categoria si è deciso di investire gli introiti in qualcosa di tangibile per il turista. L’entrata, infatti, andrà a finanziare interventi di decoro e arredo urbano, interventi ambientali e opere di miglioramento di accessibilità alle spiagge”. 

Pubblicato da il 29 Marzo 2019. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.