,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena. La maggioranza boccia proposta delle minoranze a favore di cittadini e imprese

(di Claudio Ronchi) – La mozione, in favore di cittadini ed imprese, i tempi di crisi da coronavirus, era stata presenta in consiglio comunale da Maria Giagoni, Dorotea Fiori, Vittoria Fresi, Alessandro Malu e Gigi Astore. La maggioranza del sindaco Roberto Ragnedda l’ha bocciata (con 12 voti contrari contro 5 favorevoli), sostenendo che alcune misure erano già state assunte, altre lo sarebbero state e comunque bisognava tener conto delle esigenze e dei lacci rappresentati dalle normative vigenti. Ma cosa chiedevano le minoranze? Intanto di procedere ad una ricognizione delle poste del bilancio preventivo approvato per il 2020 per individuare potenziali risorse da riprogrammare tempestivamente per interventi economici a favore di famiglie ed imprese, tenuto conto delle restrizioni che non hanno consentito e non consentiranno lo svolgimento di eventi e manifestazioni e dell’esigenza rivedere le spese correnti alla luce delle nuove priorità imposte dalla situazione di crisi. Fatto questo, le minoranze proponevano di: Ridurre il carico fiscale di famiglie ed imprese in relazione all’imposta comunale sugli immobili (IMU), anche attraverso meccanismi di contribuzione compensativa; Ridurre la TA.RI. per le attività produttive in relazione ai periodi di chiusura obbligatoria degli esercizi e alla riduzione del fatturato, anche attraverso meccanismi di contribuzione compensativa; Istituire dei contributi a sostegno dei canoni di affitto per le piccole attività commerciali sottoposte a chiusura obbligatoria; Azzerare la TOSAP per il 2020 ed individuare, ove possibile, spazi pubblici da assegnare gratuitamente agli esercenti di pubblici esercizi per consentire la ripresa dell’attività d’impresa nel rispetto non solo del distanziamento sociale, ma anche della sostenibilità economica; Valutare una riduzione dell’imposta di soggiorno e l’azzeramento dell’imposta nell’ipotesi contemplata nel comma 4 dell’art. 4 del Regolamento; Istituire urgentemente una commissione; La creazione di tavoli tecnici istituzionali.

Pubblicato da il 18 Maggio 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.