,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena. Lavori di manutenzione nei terreni confiscati alla mafia sulle rive dello stagno di Saloni, all’ingresso di Cannigione.

(Redazione) – Sono partiti venerdì scorso i lavori di rifacimento dei muri di recinzione sui 5 ettari di terreno confiscati alla mafia nel 2004 e acquisiti definitivamente nel patrimonio del Comune di Arzachena nel 2016 dopo un lungo iter. Un primo importante intervento per la sistemazione dell’area situata all’ingresso del borgo di Cannigione è stato avviato a gennaio 2019 con la pulizia del sottobosco.

Un secondo intervento sulle alberature è stato completato a fine estate. Il percorso fluviale Saloni-Mulinu, con partenza da Cannigione e arrivo ad Arzachena, punta a creare una connessione tra zona costiera ed entroterra su un percorso di circa 13 chilometri, ad ampliare e differenziare l’offerta turistica in un’ottica di sostenibilità ambientale, a offrire nuovi spazi verdi ai cittadini e variegate opportunità di svago e benessere a contatto con la natura. L’intervento ha un valore di 5 milioni e mezzo di euro.  

Il Comune ha già avviato una fase di interlocuzione con vari enti, tra cui la Regione, per ottenere i finanziamenti necessari alla realizzazione dei primi due lotti del percorso.  

Pubblicato da il 8 Febbraio 2021. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.