,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena. Non sarà un Natale come quello degli anni passati, ma qualcosa si farà …

(di Claudio Ronchi) “Purtroppo quest’anno, il clima di incertezza derivante dalle restrizioni causate dalla seconda ondata di contagi relativi alla pandemia da coronavirus, ci vede costretti a rinunciare alla classica programmazione, caratterizzata da cerimonia inaugurale, concerti, laboratori per bambini, mercatini ed altre attività di animazione e di socialità”. Le parole sono dell’assessora alla cultura e spettacolo, Valentina Geromino. “Inoltre, i tagli al budget, necessari per andare incontro alle esigenze del momento storico che stiamo attraversando, ci impongono di dosare gli sforzi economici ed organizzativi e, in quest’ottica, viene naturale pensare di indirizzare in via prioritaria l’attenzione ai più piccoli, in modo da far sentire loro, per quanto possibile, un po’ di quel clima natalizio che contraddistingue una comunità, attraverso un pensiero dedicato ed un po’ di colore”. La giunta comunale ha pertanto disposto, nel tentativo di dare un segnale di presenza e di conforto soprattutto ai più piccoli (bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie),  la fornitura attraverso le scuole di un dono natalizio (set di colori e/o materiale scolastico, diario- agenda con tematiche illustrative delle dinamiche del comune in riferimento alla protezione civile, o all’assetto amministrativo e costituzionale, o di promozione della cultura locale, oppure un buono librario …etc) per gli studenti delle scuole elementari e medie. Saranno inoltre predisposte installazioni natalizie nel porto di Cannigione e nel centro storico di Arzachena, senza rinunciare, probabilmente, sempre nel centro storico, alla filodiffusione musicale.

Pubblicato da il 20 Novembre 2020. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.