,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena, sanzioni più aspre per incrementare la differenziata

La commissaria straordinaria Antonella Giglio ha approvato il nuovo regolamento di igiene urbana, una delle innovazioni contenute nell’appalto del servizio di gestione dei rifiuti avviato lo scorso luglio con la Ciclat/Sceas. Gli obiettivi sono la tutela dell’ambiente, il decoro urbano e il raggiungimento obbligatorio delle percentuali di raccolta differenziata previste dalla Regione e pari al 70%.  Ecco le novità:

Utenze Domestiche. Sono bandite definitivamente le buste nere o blu o, comunque, le buste non semitrasparenti che impediscono il controllo del contenuto. Se l’utente espone sulla porta di casa i rifiuti indifferenziati in sacchetti non conformi, dovrà pagare una sanzione di 100 euro. Ancora, se un utente viene sorpreso a depositare rifiuti all’esterno dei cassonetti posizionati in costa o nell’agro sarà sanzionato per 200 euro. Più alta da oggi la multa per chi abbandona ingombranti (elettrodomestici, vecchi mobili, ecc.) nelle isole ecologiche. L’utente pagherà ben 400 euro, in precedenza la sanzione ammontava a 200 euro. Ricordiamo che basta una telefonata al numero verde 800194925 per usufruire del ritiro gratuito degli ingombranti a casa.

Utenze non domestiche (commerciali). Negozi o bar saranno multati in caso di mancata sorveglianza, cura, manutenzione, pulizia e ordine delle aree di raccolta o dei box a loro assegnati. L’importo è di 200 euro. Altra novità è la sanzione di 400 euro se, invece di utilizzare i box a loro assegnati, gli operatori commerciali conferiscono rifiuti nei cassonetti stradali a servizio dei privati.

Pubblicato da il 17 Febbraio 2017. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.