,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena. Tari invariata; l’opposizione: costo NU importante, non c’è proporzione

(di Claudio Ronchi) – Resta sostanzialmente invariata, per l’anno 2019, la tassa sui rifiuti (Tari), pur con piccole differenze all’interno delle tipologie di utenze. Essendo un comune turistico, Arzachena si trova a gestire una raccolta dei rifiuti, ha affermato la funzionaria Moira Puddu, che passa dalle 15 tonnellate medie al giorno, durante il periodo invernale, alle oltre 80 tonnellate durante il periodo estivo.

Passi in avanti, per quanto riguarda la raccolta differenziata, ha sottolineato la dottoressa Puddu, se ne sono fatti, se si pensa che si è passati dal 35% del 2016 a picchi del 78,71% nel 2018. Il costo tra costi fissi e variabili chiude con una somma pari a 6 milioni182 mila euro.

Sul provvedimento Tari, approvato dalla maggioranza durante i lavori del consiglio comunale del 29 marzo scorso, ha espresso voto contrario la minoranza che fa capo a Maria Giagoni (Gigi Astore era assente). “Il motivo per il quale votiamo contro è perché riteniamo che nonostante il costo del servizio sia un costo importante non ci sia proporzione poi dal punto di vista dell’efficacia e dell’efficienza”. La Giagoni ha ricordato che c’era stata, lo scorso anno, una petizione di cittadini sui rifiuti e una delibera che era passata in consiglio comunale, sulla quale avevano espresso molte perplessità.

“Ci riserviamo di approfondire le questioni nella commissione di garanzia e controllo“, ha detto la Giagoni.

Quest’anno la Tari sarà possibile pagarla per intero entro il 30 giugno, oppure si può pagare in 4 rate mensili con scadenza 30 giugno, 31 luglio, 31 agosto e 30 settembre.

Pubblicato da il 3 Aprile 2019. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.