,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Arzachena. Un parco fluviale sui terreni confiscati alla mafia

Arzachena. Un parco fluviale sui terreni confiscati alla mafia.

(di Claudio Ronchi) – Entro novembre e comunque prima di Natale l’amministrazione comunale affiderà ad un pool di professionisti esterni la progettazione del Parco Fluviale Saloni-Lu Mulinu-Arzachena. Con questo progetto, spiega il delegato l’Ambiente Michele Occhioni, si vuole valorizzare “il tratto del rio San Giovanni e l’area fluviale circostante, che ricadono nei confini comunali, per offrire a cittadini e visitatori, un ambiente funzionale che coniughi spazi verdi e aree attrezzate per lo svago, il relax e le attività sportive tra cui bici, canoa, kajak o trekking”.

Tale progetto, precisa il delegato, “integra i 5 ettari ha di terreno confiscati alla mafia, situati alla foce del fiume a Cannigione, e prevede il recupero del vecchio mulino in pietra”. Di questa testimonianza del passato, cioè del mulino, se ne farà un centro di documentazione e comunicazione multimediale, finalizzato  alle sensibilizzazione sull’ambiente e dedicato alle attività di “sviluppo sostenibili e alla tutela della biodiversità”.

Pubblicato da il 23 Ottobre 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.