,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Caro Traghetti. Cappellacci: “Ci sarà la Saremar a svolgere un ruolo di calmiere”

Caro Traghetti. Cappellacci: “Ci sarà la Saremar a svolgere un ruolo di calmiere”.

“Non é una battaglia di destra o di sinistra, ma è dei Sardi”. Evocando lo “spirito del Popolo Sardo” e con un chiaro riferimento a Sa Die de sa Sardigna il presidente della Regione Ugo Cappellacci ha aperto oggi il suo intervento all’assemblea organizzata dalla Provincia di Olbia-Tempio presso il porto Isola Bianca di Olbia per discutere la questione del caro tariffe.  “Ci siamo attivati subito – ha dichiarato Cappellacci – per fronteggiare il caro tariffe dei collegamenti marittimi. Nel mese di gennaio abbiamo inviato la prima segnalazione all’antitrust. Successivamente abbiamo convocato una riunione di tutti gli armatori. Si sono presentati tutti e abbiamo esaminato tutte le criticità del sistema. Allora abbiamo voluto lanciare un segnale: ciascuno deve fare la sua parte affinché il sistema funzioni e perché questo avvenga la prima condizione é quella dell’accessibilità a condizioni che siano competitive col resto del mondo. Abbiamo dovuto prendere atto con amarezza che il messaggio non é stato recepito”. Così ha proseguito il presidente Cappelacci: “La Sardegna ha necessità dei collegamenti per avere accesso a mercati diversi che non siano solo quello intorno. Interveniamo attraverso la Saremar. Abbiamo pubblicato sui principali quotidiani (anche a livello internazionale, come il Financial Times) l’avviso pubblico. Entro 12 giorni contiamo di avere le risposte. Questo é un esperimento finalizzato a fronteggiare la situazione verificatasi. Ad esso abbiamo abbinato un altro strumento: un bonus che offre la possibilità di avere massimo 90 euro riferito a un nucleo di massimo tre persone per tutti coloro che verranno in Sardegna, che esibiranno le ricevute delle strutture ricettive (sono escluse ovviamente le strutture abusive). Da domani – ha proseguito Cappellacci – nelle more della situazione del problema Tirrenia, ci sarà la Saremar a svolgere un ruolo di calmiere. La speranza é quella di mettere a regime in modo strutturato questa iniziativa e di realizzare quell’idea, inseguita da cinquant’anni, di collegamenti in cui il personale sia sardo, si vedano i nostri simboli, si consumino i prodotti agroalimentari della nostra terra e i viaggiatori inizino a sentirsi in Sardegna fin dal momento dell’imbarco”.  Dal sito Internet della Regione Sardegna

(Giovedì 28 aprile 2011)

Pubblicato da il 28 Aprile 2011. Archiviato in News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0. Responses are currently closed, but you can trackback from your own site.