,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Chiusura della Visita Pastorale a Moneta

Chiusura della Visita Pastorale a Moneta.

La Maddalena. Iniziata in Santa Maria Maddalena la Prima Visita Pastorale del vescovo Sanguinetti si è conclusa sabato 27 ottobre con la Messa nella chiesa dell’Agonia di Moneta, dove ha amministrato le Cresime a 5 ragazze e 5 ragazzi, preparati da Loredana Musu e Deborah Barberi.  “Innamoratevi di Gesù” ha raccomandato ai cresimandi “e che sia un grande amore, capace di trasformare la vostra vita”. Fu un anno fa, presente ugualmente a Moneta per le Cresime, che il vescovo rilasciò proprio a Il Vento e a Radio Arcipelago, la prima intervista ufficiale sulla sua intenzione di indire la Visita Pastorale in tutta la Diocesi, poi ritardata di qualche mese essendo stato possibile il suo trasferimento nell’Arcidiocesi di Cagliari in sostituzione di mons. Mani. “Per me questa è stata una settimana di Paradiso! Non ho detto una cosa esagerata, perché io in questa settimana ho toccato con mano quanto il Signore opera nei cuori delle persone” ha affermato Sanguinetti. “Ho incontrato giovani, adulti, lavoratori, ho incontrato tante persone di La Maddalena e in questi incontri ho toccato davvero con mano che Dio sta lavorando nel cuore degli uomini e delle donne di La Maddalena. Non sembra, molte volte non appare, eppure è così! Gli incontri che io ho avuti in questi giorni sono stati una cosa straordinaria. Ho toccato con mano che cosa vuol dire la felicità, ero felice e sono felice! Grazie per la splendida accoglienza che mo avere riservato in questa settimana”. Prima della Messa di chiusura mons. Sanguinetti aveva incontrato, sempre nei locali di Moneta, i 32 fedeli laici delle 2 parrocchie cittadine che in collaborazione con i 4 sacerdoti (don Domenico Degortes, don Andrea Domanski, don Paolo Piras, don Albert Guavara ed il diacono don Antonello Tumminello) hanno organizzato nell’Arcipelago la Visita Pastorale 2012. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 10 Dicembre 2012. Archiviato in Attualità. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.