,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Forestas al Comune e al Parco: Per Caprera noi ci siamo

“Le attività che verranno programmate da tutti gli enti territoriali presenti a Caprera avranno necessità di braccia per poterle portare avanti e anche di competenza – noi abbiamo uffici tecnici in grado di effettuare progetti esecutivi e siamo in grado di accantierarci in ventiquattr’ore – per cui, se si trova l’accordo fra tutti gli enti, che dovranno essere coordinati dal sindaco, non ci saremo con l’attività di progetto esecutivo e con l’attività di campo”. Le parole sono state pronunciate da Giuseppe Pulina, direttore Fo. Re. S.T.A.S., l’azienda regionale che ha sostituito l’Ente Foreste, e che opera attraverso il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale.

Le parole sono state pronunciate sabato 17 dicembre scorso a Caprera, nel Compendio Garibaldino, nel corso della presentazione del libro “Garibaldi oltre il mito. L’azienda agricola di Caprera”, scritto da Ignazio Camarda e Giovanna Vacca ed edito da Paolo Sorba. Dai vari interventi che hanno preceduto la presentazione del libro sono emerse diverse problematicità dell’isola di Caprera, che non trovano facile soluzione anche per il fatto che su di essa abbiano competenza più enti nazionali, regionali e locali.

Con l’anno nuovo “noi rimaniamo gli ultimi forestali nell’isola”, ha detto Pulina, riferendosi alla riforma governativa che vede la soppressione del Corpo Forestale dello Stato. A Caprera abbiamo un cantiere, abbiamo degli operai, sono impegnati a garantire la manutenzione della fascia parafuoco attorno al Compendio e che lo difende dagli eventi che in passato hanno devastato e deturpato quest’isola. Abbiamo messo mano alla ricostituzione boschiva nelle aree interessate dall’incendio e con il sindaco – è la quarta volta che vengo a Caprera in visita – abbiamo intrapreso un percorso per mettere a disposizione le nostre maestranze per quanto riguarda alcuni progetti che riguardano l’isola”.

Rivolgendosi poi al commissario del Parco Nazionale, Leonardo Deri, anche lui presente all’incontro, ha ricordato che Forestas opera in Sardegna in tutti i parchi sia nazionali che regionali. “Abbiamo rapporti profondi e di attività congiunta con i parchi, la stessa che speriamo di avere anche a La Maddalena, soprattutto per quanto riguarda un’emergenza che quella degli ungulati selvatici, i cinghiali. In questo momento noi siamo impegnati nel depopolamento dai cinghiali all’Asinara e delle capre selvatiche in un altro parco marino”. Claudio Ronchi

Pubblicato da il 11 Gennaio 2017. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.