,

Widgetized Section

Go to Admin » Appearance » Widgets » and move Gabfire Widget: Social into that MastheadOverlay zone

Funghi tossici, donna di Calangianus in ospedale a Tempio. Far controllare i funghi!

(Redazione) – Un piatto di funghi trifolati manda all’ospedale di Tempio una donna di Calangianus: l’unica della famiglia ad aver assaggiato la pietanza, appena regalata e raccolta nelle campagne del paese. Le condizioni della donna sono buone, ma la Ats invita la popolazione alla prudenza.

L’intossicazione è conseguente all’ingestione di un fungo tossico, l’Agaricus Xanthodermus, consumato ieri all’ora di pranzo. I problemi sono iniziati subito dopo il consumo della pietanza con sintomi a carico dell’apparato gastrointestinale, come vomito irrefrenabile, dolori addominali violenti.

Per evitare simili situazioni la Ats Assl di Olbia consiglia di rivolgersi sempre al Micologo: un esperto in grado di classificare e fare una cernita esatta dei funghi e messo a disposizione della popolazione gratuitamente.

L’Ispettorato Micologico garantisce attività di prevenzione, controllo e certificazione di commestibilità dei funghi freschi spontanei destinati all’autoconsumo dei cittadini.
L’attività dell’Ispettorato Micologico è garantita nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 09.00 alle ore 13.00:

  • A Olbiapresso gli ambulatori della Guardia Turistica della struttura sanitaria “San Giovanni di Dio”, in viale Aldo Moro. Per ulteriori informazioni 0789/552153 – 262.
  • A Tempio P. nel palazzo Ex Inam, in via Demartis. Per ulteriori informazioni 079/678333

Pubblicato da il 14 Novembre 2019. Archiviato in Attualità,News. Segui tutte le risposte a questo articolo tramite il link a RSS 2.0.